I viaggi, il mio modo di staccare dalla realtà

I viaggi sono il mio mondo

I viaggi sono uno dei mie sfoghi preferiti.

Purtroppo, come tutte le persone “normali”, posso dedicargli poco tempo.

Un fine settimana in qualche capitale europea, con voli low cost o, quando va molto bene, durante il periodo estivo.

Purtroppo in estate, tutto costa di più e voli e paesi sono stracolmi di turisti.

Comunque sono fortunata, perchè lavoro e non dovrei lamentarmi.

Ma l’avere poco tempo a disposizione mi fa tornare in mente periodi più spensierati, quando viaggiare per il mondo non era così problematico.

Il Messico tra i viaggi da favola

 

viaggi tulum

E tra i ricordi di viaggi splendidi, per vari motivi, mi vengono in mente il Messico e il Grand Canyon.

Era maggio e, con altre tre amiche, andammo nello Yucatan.

Natura, storia,civiltà e anche tanto divertimento.

Venti giorni di posti da favola, di un mare cristallino, di reperti storici da far rimanere a bocca aperta…e di nottate in discoteche diverse, fino alle sei di mattina.

Il primo di uno dei tanti viaggi memorabili, fatto a cavallo dei primi anni 2000.

Solo donne…divertimento assicurato!!

E poi venne l’Arizona…

 

Poi, il Grand Canyon …qui in dolce compagnia.

viaggi grand canyon

Differente dagli altri viaggi, parlo di quelli organizzati, perchè il mio fidanzato di allora non mi fece fare il canonico giro in direzione South Rim, peraltro splendido anch’esso e che ho visitato anni dopo.

Girammo per il North Rim, sicuramente più selvaggio e molto meno frequentato. Zaino in spalla e tante camminate.

Molto romanticismo e tanta tanta natura…in tutti i sensi.

Penso che i viaggi siano il modo che, ognuno di noi, ha di far parte del mondo, di capire cosa sono, pensano, fanno e vivono altre civiltà lontane e diverse da noi.

E, personalmente, adoro la frase di Voltaire ” È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria“.

Certo, in questo periodo storico non è sempre facile partire…ma nella vita di ognuno di noi i viaggi ci devono essere sempre, anche vicini, anche brevi e non necessariamente costosi.

Basta partire, spostarsi per qualche giorno, per cercare di interrompere la frenesia quotidiana e riscoprire, ogni volta, un pò di se stessi.